BENI STRUMENTALI: NUOVA SABATINI

Chi può accedere?

Sono ammesse al bonus beni strumentali 2018, tutte le PMI appartenenti a tutti i settori produttivi – compresi agricoltura e pesca – in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede operativa in Italia;
  • iscritte nel Registro delle imprese;
  • non sottoposte a liquidazione volontaria, procedure concorsuali o in difficoltà economica.

Sono esclusi i settori:

  • industria del carbone;
  • attività finanziarie e assicurative;
  • fabbricazione di prodotti con imitazione o sostituzione del latte e quelli lattiero-caseari;
  • attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

Cosa offre?

Il bonus beni strumentali alle imprese ha il fine di aumentare la competitività della produzione italiana e facilitare l’accesso al credito per le PMI, piccole e medie imprese.

Le agevolazioni in vigore fino al 31 dicembre 2018 stabiliscono per le imprese richiedenti – in possesso dei requisiti – che investono per acquistare (o utilizzano in leasing) beni strumentali il diritto ad ottenere:

  • contributo a copertura degli interessi sui finanziamenti bancari pari agli interessi calcolati sul piano di ammortamento a rate semestrali al tasso di 2,75% annuo per 5 anni.
  • garanzia del Fondo di PMI fino all’80% del finanziamento totale.

La durata del finanziamento è di massimo 5 anni e gli importi sono compresi tra 20.000 e 2 milioni di euro.

Come attivare la richiesta?

Ci bastano poche informazioni per verificare i requisiti di ammissibilità e gli importi controgarantibili per la tua azienda.

Ottenuta la valutazione assolutamente non vincolante, potrai decidere se procedere avvalendoti della nostra consulenza circa:

  • la presentazione della domanda;
  • la richiesta della Garanzia relativa;
  • l’assitenza nello svolgimento delle istruttorie.